Blog › Adobe tips
Ritorno alla vita con un tutorialino, tutto in una immagine, sulle cornici "a pallini".



Lo so, lo so non è il massimo della accessibilità ma farli è più semplice e divertente e poi sono sicura che voi siete dei graficissimi coi superpoteri ;).
Tornando seri, se qualcuno avesse problemi me lo dica e vedrò come poter rimediare.
Giocando con Illustrator ad orari in cui sarebbe meglio dormire ho trovato un modo semplice ed immediato per creare questi fiori.
Eccolo, tutto in una sola immagine per semplicità:

Creare un nuovo pennello (brush) in Illustrator è veramente facile.
Sostanzialmente basta creare la forma che vorremmo avesse il pennello e trascinarla nella palette pennelli (Brush).
Ci verrà chiesto che tipo di pennello vogliamo creare (nel mio esempio ho scelto art brush) e poi impostare alcuni parametri dimensionali e di comportamento del pennello o semplicemente, come ho fatto io, confermare tutto così come stava.

Fatto questo possiamo usare il pennello come qualsiasi altro.

In Photoshop esistono sempre diversi modi per fare la stessa cosa e così si finisce per impararne uno meglio degli altri e utilizzare sempre quello. Il mio rapporto con i gruppi di ritaglio è proprio questo: li conosco da molto tempo, ma finisco sempre per utilizzare un metodo differente, anche quando sarebbero comodissimi.

Ma in cosa consiste un gruppo di ritaglio?
Cito dal manuale di Photoshop di Adobe: "Potete usare il contenuto di un livello per applicare una maschera ai livelli sovrastanti. I pixel trasparenti del livello inferiore o di base nascondono il contenuto dei livelli sovrastanti inclusi in una maschera di ritaglio."
Tutto chiaro vero? Per niente! Pur sapendo di cosa si parli mi ci sono voluti 5 minuti per seguire il filo di questo discorso che di fatto spiega esattamente come funzioni un gruppo di ritaglio.

Quello a cui voglio arrivare è che il gruppo di ritaglio è una cosa difficile da spiegare a parole ma semplicissima da creare. Non ci credete? Seguitemi.

Prendiamo di nuovo il nostro amato bimbetto su cui ci piace fare esperimenti (trovo che la sua faccetta da schiaffi ispiri sperimentazioni su di lui):

gruppi di ritaglio

E visto che lo amiamo tanto creiamo (o prendiamo fatta) una bella silhouette di un cuore.

maschera di ritaglio

Mettiamo il bimbetto su un livello e il cuore nel livello subito sotto.
Nella palette livelli ci posizioniamo col cursore del mouse tra una riga e l'altra di questi due livelli. Premiamo Alt sulla tastiera e quando il cursore diventa come nell'immagine seguente clicchiamo.

cursore gruppo di ritaglio


Ecco fatto! Abbiamo il nostro bimbetto "incuoriciato" (incorniciato a cuore)! :D

incuoriciato



Sotto potremmo mettere qualsiasi sfondo, così come potremmo utilizzare al posto del cuore una qualsiasi forma o scritta. Semplice no?

Sarò sincera, il pennello storia fino a poche ore fa era per me un tool "inutile" di Photoshop.
So che molti guru mi diranno che questa affermazione è folle, ma era dannatamente vera: non ne avevo mai capito davvero le potenzialità.
Ma ora sono stata illuminata e vado ad illuminare anche voi!

Avete presente quando vi capita sotto mano una foto a cui vorreste modificare un particolare ma è trooooppo difficile riuscire a selezionare perfettamente solo quello? Ecco, quella è l'occasione buona per mettere in pratica quanto vi vado a spiegare ora.

Prendiamo ad esempio questa foto:

pennello stroria

E' carina, mi piace, ma il colore dell'erba non è vivido come vorrei. Ora, selezionare l'erba è un vero delirio, la cosa più facile sarebbe usare il Select > Color range (Selezione > Intervallo colori in italiano) ma la dannata maglietta del bimbetto è verde quasi come l'erba e verrebbe virata anche quella.

Ma io che faccio? Me ne infischio e seleziono tutto lo stesso. Poi cambio un po' di Hue e Saturation ed ecco cosa ottengo: l'erba è perfetta ma anche il bambino ora è verde! :D

pennello stroria


Ma ecco che con un colpo di mano o meglio con un paio di colpi di pennello storia, risolvo il problema:
Nella palette storia clicco nella casella a fianco all'operazione di selezione:

pennello storia

E poi con il pennello storia selezionato dalla barra degli strumenti, "riintonaco" il bambino coi suoi colori originali!
Ed ecco il risultato.

pennello storia


Non è meraviglioso?

Ps.: Scusate il tono informale di questo post ma in questo periodo sono più fusa del solito...




Valid html - Note sul copyright - Segnala errori - Cookie policy